lunedì 8 ottobre 2007

Diana+: il test continua…..

Finalmente la mia caviglia si è sgonfiata quel tanto che basta da permettermi di fare un giro fotografico nelle solite campagne intorno a casa mia. Avevo una gran voglia di mettere seriamente alla prova la mia nuova Diana+, dopo le prove superficiali del post precedente. Stavolta ho scattato in bianco e nero con un rullo T-Max100. L’avvolgimento della pellicola è andato molto meglio, anche se a dire il vero, per sicurezza, ho sempre premuto sui lati, come specificato nel post precedente. Il cielo era parzialmente nuvoloso e quindi, visto che la pellicola era di soli 100 ASA, ho impostato il setting su nuvoloso pieno. All’interno della macchina ho inserito la mascherina 4,6x4,6, che è quella che permette di fare 16 foto nel cosidetto formato panoramico vale a dire che se siete abbastanza precisi nell’avvolgimento, vi ritrovate le foto sulla pellicola una appiccicata all’altra. Dato che comunque le foto si sovrappongono di poco o niente, ho sfruttato questo sistema non tanto per fare foto panoramiche, quanto per ottenere 16 scatti un po’ più grandi del solito formato 4,2x4,2 delle Diana. Un'altra volta proverò a fare qualche panoramica, magari a colori.
Ma passiamo alle foto.

La maggior parte delle immagini sono state scattate con il fuoco impostato sulla distanza minima di 1-2 metri.



Si notano subito vignettatura e sfocatura ai massimi livelli, proprio come nelle Diana originali.

In queste due foto ho immortalato la stessa scena impostando la messa a fuoco prima sulla distanza ravvicinata e poi su infinito. Come si può notare la vignettatura e la sfocatura sui bordi è notevolmente maggiore nella messa a fuoco per soggetti ravvicinati.


Ok, diciamolo: adoro questa Diana+ alla follia! Anche se ho trovato un altro difetto qualitativo (se scattate molto lentamente, il diaframma a volte rimane aperto come se fosse in impostazione Bulb), la resa della lente è meravigliosa, davvero molto molto simile alla Diana originale.

continua………..

2 commenti:

Lè ha detto...

Ciao Giuseppe,
innanzitutto complimenti per il tuo blog che ho già messo tra i bookmarks ;).
Stavo meditando di comprarmi la Diana+ da affiancare all'altro vecchiume che ho in casa ma non ho ben capito (visto che sul sito non è specificato) se nella nuova riedizione della Lomo ci sia l'adattatore per il rullino 35mm (al contrario della holga).

Grazie e ancora complimenti (soprattutto per gli articoli sulle polaroid)!

Giuseppe Di Cillo ha detto...

Mmmmm! Ufficialmente non mi sembra esista un adattatore, però è probabile che quello della Holga vada bene. Non dovrebbe essere difficle comunque realizzarlo da soli. Chissà che in un prossimo post.............